Mit

MIT® sta per Metodo di Improvvisazione Teatrale: il primo metodo di lavoro codificato per sentire le emozioni dell'altro.

Your Alternative text

Concept

Avevamo bisogno di uno strumento efficace sempre.

Crediamo che lo studio dell'Improvvisazione Teatrale sia un mezzo. Un mezzo per comprendere in profondità l'altro. Uno strumento per attraversare ogni barriera, prima di tutto le nostre. Partiamo dall'assunto che conoscendo le sensazioni che l'altro prova, si possa, attraverso l'empatia, creare una relazione efficiente con lui. Questo aiuta l'evoluzione o il risanamento di un rapporto tra esseri umani, di qualsiasi età e di ogni capacità cognitiva. Per far sì che potesse accadere indifferentemente fra due colleghi, fra due ragazzi a scuola, tra due bambini, tra due attori, abbiamo creato un metodo codificato universale.

Ascolto

Il percorso inizia dove finiamo noi. Ascoltare (e non servono orecchie per farlo), significa uscire da noi stessi e iniziare a percepire l'altro.

Fiducia

Il problema è sempre uno: il giudizio. Il nostro giudizio contro noi stessi, a qualunque età. Ci blocca irrimediabilmente, ci fa essere sgarbati o violenti o chiusi in noi stessi e non ci fa portare avanti il nostro stesso respiro. Il percorso ci porta a perdere il giudizio, affidandoci con le nostre risorse alle nostre intuizioni e a quelle degli altri.

Immaginazione

La molla scatta quando si riesce a mettere la persona nella condizione di andare oltre il limite auto-imposto che identifica una sola cosa: ciò che credi di non avere. Non importa quanti anni abbia il soggetto, succede a 5 anni come a 50. Insieme possiamo andare assolutamente oltre.

Cura

Ma come? Prendendosi immensa cura l'uno dell'altro. Entrando in contatto con chi hai di fronte, accanto, vicino. Con il gruppo intorno a te, attento a dove mette i piedi prima di stare attento a dove metti i tuoi. Devi permettergli il miglior viaggio possibile, prendendoti cura delle sue necessità, valorizzando le emozioni che nascono sulle sue fragilità. Perchè? Perchè preoccupandoti di prenderti cura dell'altro, elimini il giudizio verso te stesso, e saranno gli altri a prendersi cura di te, cosa che tu, forse, credi di non saper fare.

Stupore

Meravigliarsi continuamente, momento dopo momento, di ciò che non credevi sarebbe potuto accadere. Sognare, tornare a immaginare, oltre i tuoi limiti, basati sull'esperienza del "no" e della censura, imposta da genitori, amici, colleghi. Lo stupore è il più grande motore di felicità e bellezza, non a caso stupendo è anche il gerundio del verbo stupire.

Energia

Spesso aggressività e violenza, derivano da un pessimo modo di incanalare l'energia, castrandola. Dedicati al percorso senza riserve, mettendoci dentro ogni cosa. I formatori sono lì per proteggerti e guidarti, ad accogliere tutta l'energia che contieni, di immenso potenziale, per direzionarla nel modo migliore e viverla con consapevolezza.

Comprensione

A questo punto, cominci ad accettare e capire ogni parte dell'altro, la debolezza e la forza e dove tu puoi fare la differenza. Abbracciando completamente chi hai di fronte.

Integrazione

Diverso non esiste: esisotno i nostri modi di percepire la diversità. In un percorso come questo, diverso è soltanto una parola. Stai lavorando verso la disgregazione delle barriere, dei muri, per giocare in modo appassionato con il tuo gruppo, i tuoi compagni. Come? Leggendo le barriere che gli altri hanno costruito, sarà un'epifania vedere chiare le tue e sarà liberatorio sconfiggerle.

Collaborazione

Qui è dove tutto comincia. Noi siamo finiti in favore di una nuova visione dell'altro e del gruppo. Qui dove finisce il nostro lavoro, cominicia il tuo, nel quale hai imparato a sostenere l'altro e attraverso lui, te stesso, per collaborare non solo durante l'esperienza ma nella vita reale. A scuola, a casa, al lavoro, con gli amici, con la famiglia. Ci si sente bene e pieni di energia positiva. Sempre, attraverso e con l'altro.

Analisi

  • Analisi Individuale
  • Analisi di Gruppo
  • Analisi delle Dinamiche
  • Analisi delle Problematiche
  • Report

Proposta

  • Proposta Didattica
  • Proposta Artistica
  • Proposta Individuale
  • Proposta di Gruppo

Lavoro sul Campo

  • Lavoro Individuale
  • Lavoro di Gruppo
  • Modifica delle dinamiche critiche
  • Esaltazione delle dinamiche positive
  • Orientamento di rabbia, invidia, frustrazione...
  • Crezione di nuove ispirazioni

Resoconto

  • Relazione finale sul gruppo
  • Come sono cambiate le dinamiche
  • Indicazioni di successo
  • Mappa dei valori

Questi siamo noi

Amiamo ciò che facciamo.

Giorgia Mazzucato

Formatore, Ideatore del metodo MIT®

Maria Beatrice Alonzi

HUB & Marketing Strategist, Ideatore del metodo MIT®

Silvana Lagrotta

Responsabile delle Operazioni, Relazioni con l'esterno

Enrico Maria Bellucci

Psciologo e Psicoterapeuta, esperto, fra le altre, in Respirazione Circolare e Team Building.

Queste alcune realtà con le quali

collaboriamo

Your Alternative text
Your Alternative text
Your Alternative text
Your Alternative text
Your Alternative text
Your Alternative text
Your Alternative text
Your Alternative text

Possiamo provare a farlo per te

Il tuo nome? *
Il tuo numero di telefono
La tua e-mail *
Il tuo sitoL
Scrivi il tuo messaggio *
* Solo questi campi sono obbligatori